Pearl Gonzalez ritorna sul caso “seno rifatto”

di

All’inizio di questo mese, al weigh-in pre-evento di UFC 210, la fighter UFC Pearl Gonzalez è stata informata che non avrebbe potuto combattere l’indomani, a causa delle sue protesi mammarie. Subito questa notizia si è sparsa tra gli addetti ai lavori e gli appassionati, facendo supporre che l’incontro sarebbe clamorosamente saltato. Alla fine il presidente di UFC Dana White ha informato i fan tramite i social media che la questione era rientrata dopo una telefonata con il medico di Pearl, e la Gonzalez avrebbe potuto fare il suo debutto in UFC la notte successiva.
Purtroppo per lei, quando è entrata nell’Ottagono contro la imbattuta Cynthia Calvillo, è stata sconfitta al terzo round per sottomissione.

Ora però, durante un’intervista a MMAFighting, Gonzalez si è aperta circa la sua situazione emotiva e su come l’accaduto abbia influenzato il suo stato mentale durante l’incontro.
“Penso che mentalmente questa situazione mi abbia portato al di fuori dei miei binari, e il percorso che devo compiere è sempre quello che porta lla vittoria”, ha detto Gonzalez, “non che ciò rappresenti una scusa, ma era troppo per me perchè potessi far finta di nulla”.
“Hanno fatto tutti i controlli del caso prima di puntarmi la pistola contro?” Dice Gonzalez. “No, ma arrivati alla fine non c’era nient’altro che potessero fare. Non li biasimo”.
Quanto a ciò che Gonzalez avrebbe potuto fare per evitare questo inconveniente, ha ammesso che non avrebbe dovuto emozionarsi tanto, comunicando in lacrime alla sua squadra ed in pubblico che non poteva essere in grado di combattere con le protesi.

“Pensavo di aver fatto il meglio per quello che era nelle mie possibilità per evitare questa situazione. Ma oggi mi rendo conto dopo l’esito dell’incontro che avrei potuto fare molto di più per rimanere concentrata ed arrivare all’appuntamento con la testa sgombra e la mentalità giusta”.

Commenti da Facebook