Masvidal studia i film di karate per prepararsi a UFC 217

di

Il mese prossimo i fan delle MMA avranno l’imbarazzo della scelta quando UFC 217 sbarcherà nella Grande Mela. Facendo due conti sulla main card abbiamo tre incontri titolati, più Jorge Masvidal che se la vedrà con Stephen Thompson. Masvidal ha parlato di recente su come si preparerà per “Wonderboy”, ed è parso chiaro che stia prendendo spunto anche dalla cinematografia.
“Sto guardando tutti i film di Bruce Lee. Ho visto Karate Kid almeno tre volte questa settimana. Sto cercando di immedesimarmi nella mentalità del Karate il più che posso in questo momento in modo da poter affrontare al meglio la situazione. […] Sento di poter fare molte cose con Thompson… Ci sono molte tecniche che lui non conosce… Suo padre lo ha costretto a diventare parte di un’arte marziale e non ha approfondito bene molte altre cose. Io posso combattere in tutte le categorie, lo sto facendo in tutta la mia carriera. Lui no. E’ monodimensionale“.


Sarò onesto, ti svelo la mia strategia. Non gli darò tregua e continuerò a farlo fino alla fine. È come se io e lui fossimo in prigione e stessimo condividendo una cella, e sapessimo chi lavora in lavanderia, chi sta tagliando le unghie dei piedi, chi sta preparando il cibo per l’altro. Lui non è in grado di combattere contro nessuno, gli piace giocare a nascondino. Se uno gli si fa avanti, ok. Ma altrimenti non è mai lui che aggredisce. Non va mai avanti“. – Jorge Masvidal su The TSN MMA show.
Battute da parte, sembra che Jorge Masvidal abbia le idee a posto su come funzioni questa cosa del Karate. Stephen Thompson in genere dà il meglio quando incontra fighter che gli permettono di respirare, per poi passare all’azione con i suoi kick volanti da ogni posizione. Se c’è un fighter che può rendere vita difficile a Thompson, quello può essere Masvidal. Sarà un incontro molto affascinante. I due avversari combatteranno per i welter il prossimo 4 novembre al Madison Square Garden, NYC.

Lascia un commento