Category Archives: UFC

Covington spiega i motivi del rifiuto di combattere a UFC 228

In seguito alla vittoria contro Rafael Dos Anjos, valsa il titolo ad interim dei pesi welter, Colby Covington avrebbe dovuto affrontare Tyron Woodley per il titolo unificato. Il fighter americano ha rifiutato di combattere contro il campione in carica a UFC 228 per il titolo welter e di conseguenza andando a creare una situazione di stallo. Covington è intervenuto a Submission Radio, spiegando i motivi del rifiuto di combattere a settembre per il titolo:

“Stiamo cercando di farlo a novembre, dicembre. Sai, ho bisogno di un po’di tempo libero, ho bisogno di recuperare un po’. Sono umano, amico, devo fare una piccola vacanza. Non posso far andare il mio corpo sempre a mille, passando training camp all’altro. Devi essere strategico, e sai, a novembre, per me sarebbe perfetto. Ho avuto alcuni problemi di salute dopo il mio combattimento, quindi mi prenderò cura di questi problemi e entro la fine dell’anno unificherò il titolo e farò ritirare Tyron Woodley per sempre. ”

“Penso che la trama che ha più senso, questo è il più grande combattimento che la UFC farà quest’anno. Ci sono ancora incognite su quando Conor tornerà, chissà quando tornerà. Non sanno quando DC combatterà di nuovo perché ha una mano rotta. Quindi, questo è il più grande combattimento che la UFC può fare al momento. Quindi, se vuoi mostrare la più grande battaglia tra Colby Chaos Covington e Tyron Woodley devi farla nell’arena più iconica del mondo, e questo è il Madison Square Garden a Manhattan New York. Quindi, questo è la decisione più sensata”

Cerrone vs Perry ufficiale per il 10 novembre

Dopo aver annunciato il main event, Frankie Edgar vs Chan Sung Jung, un secondo match davvero super è stato aggiunto alla card del 10 novembre in quel di Denver.
Donald “Cowboy” Cerrone affronterà “Platinum” Mike Perry in quello che si può a tutti gli effetti considerare un macth fra due ‘macchine’ da lotta.
Perry viene da una vittoria ottenuta ai danni di Paul Felder a UFC 226 mentre Cerrone dovrà invertire il trend negativo dopo la sconfitta subita per mano di Leon Edwards ad UFC Singapore.

Ponzinibbio: Voglio Dos Anjos il 17 novembre in Sud America

Dopo le convincenti vittorie ottenute ai danni di fighter del calibro di Nelson e Perry, Santiago Ponzinibbio sempre pronto a continuare la sua scalata al titolo dei pesi welter.
Il fighter argentino a causa di un infortunio è dovuto star fermo per diversi mesi ma ora ha messo nel mirino l’ex campione del mondo Rafael Dos Anjos per quella che sarebbe una super fight tutta sudamericana(via Instagram):

“L’UFC torna in Sud America il 17 novembre, facciamo la storia Dos Anjos, sarà un onore dividere l’ottagono con te.”

Raccoglierà la sfida Dos Anjos? Noi speriamo vivamente di si.

Hunt vs Oleynik main event di UFC Mosca

UFC Mosca ha ufficializzato il main-event. La card del 15 settembre, che segna il tanto atteso debutto della UFC in Russia, avrà come capofila l’incontro per i pesi massimi tra il knockout-artist Mark Hunt e il submission specialist Alexey Oleynik.
La notizia era stasta segnalata da MMA Team Dagestan (l’abbiamo riportata un po’ di tempo fa) e adesso è stata ufficializzata dalla UFC.

Inizialmente, Alexey Oleynik avrebbe dovuto combattere contro l’ex campione dei pesi massimi UFC, Fabricio Werdum, nel main event, ma Werdum risultò potenzialmente positivo ad un controllo USADA ed i piani sfumarono. Mark Hunt fu chiamato come sostituto.
Oleynik arriverà all’incontro forte di una vittoria per submission per Ezekiel choke su Junior Albini. Questa tecnica, molto rara a vedersi, è diventata il biglietto da visita del russo. Nell’incontro precedente Oleynik aveva subito una sconfitta per TKO contro Curtis Blaydes. Oleynik ha un complessivo di 56-11-1 e 5-2 nella UFC.

Hunt, dal canto suo, ha un record tutt’altro che lusinghiero di 13-12-1 – ma che non fa giustizia al suo reale valore. Ha combattuto l’ultima volta a febbraio scorso, perdendo per decisione contro Curtis Blaydes. Nel suo precedente incontro aveva battuto per TKO su Derrick “The Black Beast” Lewis.

Attualmente la card di UFC Mosca è così composta:

Pesi massimi: Mark Hunt contro Oleksiy Oliynyk
Pesi massimi: Andrei Arlovski contro Shamil Abdurakhimov
Pesi medi: Omari Akhmedov contro CB Dollaway
Pesi gallo: Merab Dvalishvili vs. Terrion Ware

Saranno senz’altro annunciati nelle prossime settimane i restanti incontri della card.

O’Malley vs Alejandro Perez ad UFC 229

Il peso gallo UFC “Suga” Sean O’Malley pronto per tornare all’azione ad UFC 229 il prossimo 6 ottobre alla T-Mobile Arena di Las Vegas.
La notizia(non ufficiale) è stata data dal suo manager Daniel Rubenstein all’emittente televisiva ESPN.
O’Malley ha combattuto l’ultima volta ad UFC 222 contro Andre Soukamthath, match vinto per decisione unanime e che gli ha consentito di ricevere il bonus Fight of the Night.

L’avversario di O’Malley a detta di Helwani dovrebbe essere Alejandro Perez, fighter imbattuto nelle sue ultime 7 uscite(in una delle quali ha vinto anche POTN) e con un record 6-0-1.
Perez occupa attualmente la posizione n° 12 dei pesi gallo e quindi sarebbe il primo avversario classificato per O’Malley.
Ricordiamo che dopo il suo ultimo combattimento, Sean O’Malley ha subito un intervento chirurgico ad un piede infortunato e che è guarito secondo i tempi previsti.

Sean è uno dei combattenti più divertenti della UFC in questo momento e ha messo in scena prestazioni entusiasmanti e dominanti come non se ne vedevano da tempo.

In attesa di conferme ufficiali, non vediamo l’ora di poterci gustare di nuovo il campioncino americano.

Rockhold: Stavo per prendere a calci Brock Lesnar

Luke Rockhold, storico amico e compagno di allenamenti di Daniel Cormier, ha voluto dire la sua sull’ormai certo match fra Lesnar e DC(via submission radio):

“Quando ho visto Lesnar entrare nell’ottagono ho cercato di valutare la situazione. Stavo per comportarmi come un fratello Diaz, andare verso Brock e dargli un calcio in testa.
Brock è arrivato a caldo e ha spinto DC, ma DC ha mantenuto la sua solita calma ridendo. Non sono un grande fan di Brock e del suo stile, quindi non mi dispiacerebbe prenderlo a calci.
Lui è un imbroglione. Il fatto che lo facciano tornare dopo la positività al test e lo trattino come un re è tutto ciò che non va nello sport. Capisco il punto di vista di DC, lui vuole i soldi e gli auguro il meglio.
Voglio che prenda a calci il sedere di Brock, ma il fatto che questo sport promuova Brock Lesnar non lo vedremo accadere mai in nessun altro sport.”

Till annuncia che Covington è fuori per il match contro Woodley… sarà vero?

Till vs Woodley è fantasia?
A quanto pare è una possibilità, nonostante il campione del mondo abbia già un match in programma contro Colby Covington.
Darren Till infatti ha lanciato una provocazione non molto chiara rivolta proprio al campione del mondo che è apparso comunque abbastanza sorpreso.
Ecco lo scambio di tweet fra i due:

Till: “Accetta di combattermi.”

Woodley: “Che match? Nessuno mi ha parlato di questa cagata. Ora ho il pensiero di distruggere Covington. Voi sfidanti dovete coordinarvi meglio!”

Till: “Colby è fuori amico, siamo io e te adesso. Accetta la lotta !”

Woodley: “AHAHAH queste sono cazzate!”

Probabilmente quella di Till è solo una provocazione ma siam sicuri che il fighter inglese non sappia qualcosa che attualmente ignoriamo riguardante Colby Covington?
Staremo a vedere.

Salta Oezdemir vs Gustafsson

Brutta notizia per chi come noi non vedeva l’ora di gustarsi il match fra due dei fighter con più hype nei pesi massimi leggeri.
Oezdemir vs Gustafsson è ufficialmente saltato per infortunio dell’atleta svizzero.
A darci la notizia è Ariel Helwani tramite twitter:

“Volkan Oezdemir non parteciperà ad UFC 227 a causa di un infortunio. avrebbe dovuto affrontare Alexander Gustafsson il 4 agosto. L’ UFC sta attualmente cercando un sostituto di Gustafsson ma non garantisce che lo svedese rimarrà nella carta. Ci saranno maggiori aggiornamenti a breve.”

Glover Teixeira: Contro Anderson sarà una vera e propria rissa

L’ex sfidante al titolo e attuale numero 3 del ranking Glover Teixeira, avrebbe dovuto affrontare Ilir Latifi nel co-main event di UFC ad Amburgo questo fine settimana. Tuttavia, due settimane prima del combattimento, Latifi si è ritirato a causa di un infortunio e verrà sostituito dall’ex vincitore del TUF Corey Anderson.
Texeira si è detto pronto nonostante il cambio di avversario(via Blodyelbow.com):

“All’inizio quando mi hanno comunicato dell’infortunio di Latifi e ho reagito male perchè pensavo che non avrei più combattuto ad Amburgo ed avrei così gettato al vento settimane intere di preparazione.
Poi Anderson ha accettato e gli sono molto grato per questo.
Lui è un fighter giovane e quando incontri fighter giovani bisogna stare molto attenti perchè loro sono una vita che ti studiano e conoscono ogni tuo punto debole.
Questo però può essere visto come uno stimolo per migliorarsi sempre e per cambiare anche stile di combattimento.
Sono pronto e sapevo che poteva succedere qualcosa a Latifi come a me perchè il nostro sport è uno sport dove la sorpresa è sempre dietro l’angolo e c’è da aspettarsi un infortunio da un momento all’altro.
Anderson è un rissoso e chi mi conosce sa che non i tiro mai indietro, quindi son sicuro che il pubblico vedrà davvero un bello spettacolo.”

Anderson Silva condannato ad un anno di sospensione dalla USADA

Ariel Helwani ha riportato, via twitter, un’importante notizia riguardante l’ex campione del mondo Anderson Silva il quale riceverà una sospensione di un anno dalla USADA a partire da ottobre 2017.
La sospensione sarà retroattiva, il che significa che Silva sarà idoneo a combattere nell’ottobre 2018.
Silva, 43 anni, ha rilasciato dichiarazioni entusiastiche subito dopo il verdetto:

“Gli ultimi nove mesi sono stati estremamente difficili.
Mi sentivo come se la mia carriera e tutto quello per cui avevo lavorato così tanto fosse morto e il mio futuro fosse in bilico.
Sapevo nel mio cuore che non avevo fatto nulla di sbagliato e ho collaborato pienamente con la USADA per dimostrarlo.
Oggi ho una rinnovata energia. Ho riabilitato il mio nome. Posso concentrarmi sul tornare nella gabbia e sul prossimo capitolo della mia vita. “

Khabib Nurmagomedov comincia il camp per il prossimo incontro

Con gli imminenti eventi PPV della UFC che vanno dopo UFC 227 ancora privi di headliner, i proclami sono ormai all’ordine del giorno.
Ad esempio ci arriva la notizia, rilasciata a Tass.ru dal diretto interessato, che il nuovo re della divisione leggeri Khabib Nurmagomedov abbia cominciato il training camp per il suo prossimo incontro.

Sì, ho iniziato ad allenarmi. Mi sento molto bene, grazie a Dio non ci sono infortuni. Mi alleno duramente, al mattino e alla sera, tranne domenica scorsa, mi sono concesso una pausa per guardare la Coppa del Mondo“.

A proposito della Coppa del Mondo, sappiamo ormai che anche Conor McGregor si trovava al Luzhniki, anche se i due non si sono incrociati allo stadio. Non sappiamo ancora contro chi Khabib difenderà il titolo, ma alcuni report parlano proprio dell’irlandese come papabile avversario, forse a UFC 229 il 6 ottobre.
Qualora non ci fosse McGregor, allora forse l’ex campione ad interim della 155 libbre, Tony Ferguson, potrebbe essere il prescelto. Ferguson doveva già combattere contro Nurmagomedov a UFC 223, ma ha subito un infortunio accidentale una settimana prima del match, vanificando tutto. Chiunque possa esserci, il campione non si scompone e va per la sua strada:

UFC portami questo ragazzo, o dammi il prossimo della fila, la divisione leggeri deve muoversi. Io sono pronto

Chi ci sarà infine a sfidare Khabib?

UFC 228: Ufficiale Nicco Montano vs Valentina Shevchenko

I rumor erano già insistenti, ma adesso la UFC ha ufficializzato il match valido per il titolo flyweight tra Nicco Montano, campionessa in carica, e Valentina Shevchenko. L’incontro si terrà a UFC 228 a Dallas il giorno 8 settembre. Ancora non è stato ufficializzato il main event, ma per la card era già stato reso ufficiale l’incontro tra Zabit Magomedsharipov e Yair Rodriguez.

La Montano è diventata campionessa vincendo la finale di The Ultimate Fighter 26 a Dicembre dopo aver battuto Roxanne Modaferri per decisione unanime. Durante il reality show l’atleta aveva sconfitto Lauren Murphy, Montana De La Rosa e Barb Honchak prima di ottenere la chance per il titolo.

La Schevchenko è scesa dai pesi gallo, dopo aver perso contro Amanda Nunes per l’assalto al titolo, ai pesi mosca, vincendo contro Priscila Cachoeira il suo match d’esordio ed era da molto che richiedeva una title shot.

Ufficializzati anche i match tra Karolina Kowalkiewicz e Jessica Andrade e tra Carla Esparza e Tatiata Suarez per la card di Dallas.

Carlos Junior: Paulo Costa non merita di stare sopra di me in classifica

Antonio Carlos Junior sta scalando con prepotenza la classifica della categoria pesi medi e, le 5 vittorie di fila(una delle quali con in nostro Marvin Vettori) lo attestano a tutti gli effetti come uno dei migliori medi in circolazione in questo momento.
Carlos però non si sente ben tutelato dalla UFC e giudica i loro criteri di valutazione per stilare i rankings non soddisfacenti(via MMAJunkie):

“Ho visto il match fra Paulo Costa ed Uriah Hall. Bellissimo incontro e Costa ha fornito una grande prestazione culminata con un bel KO. Congratulazioni a lui anche se davvero non capisco come possa essere sopra di me in classifica.
Sia chiaro che non ho niente contro di lui ma mi fate capire come un fighter che ha vinto solo 4 incontri in UFC possa essere sopra uno come me che ne ha vinti ben 7?
Ho vinto il TUF Brasile nella categoria massimi, sono stato campione del mondo di Ju-Jitsu, disciplina nella quale le classifiche si stilano solo in base alle vittorie, quindi davvero non capisco come posso essere sotto Paulo Costa.
Le classifiche non sono un dettaglio perchè influenzano le vite di noi fighter. Si inizia a pensare a chi sfidare, a chi ti è vicino nei ranking e quindi penso che se davvero Costa è migliore di me dovrebbe dimostrarlo.
Ho sentito White parlare di un possibile main event per Paulo in Brasile. Perchè non darlo a me? Lo merito più di lui sicuramente.”

Amanda Nunes replica a Cyborg: “Non combatto prima di dicembre”

La campionessa dei pesi piuma UFC Cris Cyborg ha chiamato più volte Amanda Nunes per organizzare una difesa del tiolo piuma a UFC 228 il prossimo 8 settembre. Purtroppo per la Cyborg però, la Nunes ha altri programmi: vorrebbe che la sfida si svolgesse per UFC 232 il 29 dicembre.
Parlando con Ariel Helwani nel suo podcast (via ESPN) questa settimana, “Leoa” ha spiegato anche i motivi di questa preferenza:

Abbiamo bisogno di tempo per promuovere questo incontro“, ha detto la Nunes.

Chiaro che non si tratta solo di questo: Amanda sta anche recuperando da un fastidioso infortunio al piede e non è ancora in grado di calciare in maniera naturale. Probabile le serva un po’ di tempo per riabilitare il piede.

Non riesco ancora a calciare e correre molto bene. Sto meglio, ma ho ancora bisogno di tempo per ultimare la terapia“.

Si tratta di motivi assolutamente validi, ma che non placano l’impazienza di Cris Justino. La brasiliana non combatte ormai da marzo, quando ha battuto al primo round Yana Kunitskaya per TKO.

Sono passati sei mesi. Adesso sono pronta“, ha dichiarato Cyborg nello stesso episodio di MMA Show ad Ariel Helwani. “Mi stava chiamando in causa già a gennaio. È tanto tempo ormai. Non puoi chiamare qualcuno e dire ‘Voglio combattere contro di te’ per poi far aspettare un anno perchè non sei pronta. Non mi pagano per aspettare, ma per combattere“.

Sappiamo che la frustrazione di Cyborg è tale, che la fighter ha dichiarato di stare pensando di abbandonare la Promotion dopo il prossimo match. Chiaro che in quel caso non resterebbe inoccupata per molto!

Conor McGregor è la 12° celebrità più pagata al modo

Conor McGregor continua la sua scalata ai vertici delle celebrità più pagate al mondo e raggiunge il 12° posto di questa speciale classifica stilata ogni anno da Forbes.
L’ex campione del mondo UFC ha guadagnato circa $ 99 milioni dal combattimento contro Floyd Mayweather svoltosi a Las Vegas nell’agosto dello scorso anno.
Da aggiungere a quella cifra, i ricavi ottenuti dalle sponsorizzazioni fornite da Burger King, Beats di Dre, Monster Energy, David August, BSN, Anheuser-Busch, HiSmile e Betsafe, e le sue proprietà digitali, Conor McGregor FAST Program, MacMoji App, MacTalk App e Mac Life, che anche generano enormi entrate.
Conor è arrivato sopra a cantanti del calibro di Katy Perry ma, tuttavia, non è ancora la celebrità irlandese più pagata in assoluto visto che quel posto è detenuto dal gruppo musicale degli U2 che hanno guadagnato ben $ 116 milioni.

Floyd Mayweather è in cima a questa particolare classifica visti i suoi guadagni di circa $ 285 milioni.
Floyd ha guadagnato $ 46 milioni in più del secondo classificato, l’attore George Clooney.
Al terzo posto l’ex wrestler ed ora attore Dwayne Johnson.

La UFC sbarca in Argentina

Nuova card sudamericana per la UFC, che in seguito al debutto in Cile adesso fissa una nuova data per l’Argentina. A confermarlo anche MMA Fighting. UFC Fight Night andrà in scena a Buenos Aires al Luna Park Arena in Argentina.

La Promotion attualmente ha già un altro evento fissato in Sud America per il 22 settembre a San Paolo in Brasile. Ancora non sono stati annunciati gli headliners per la card argentina, ma uno dei papabili potrebbe sicuramente essere Santiago Ponzinibbio.

L’argentino avrebbe dovuto affrontare Kamaru Usman a UFC Chile a maggio, ma ha dovuto dare forfait per un infortunio alla mano.

Ngannou vuole Dos Santos, Dos Santos vuole Ngannou

Francis Ngannou durante lo show di Ariel Helwani, ha parlato del suo futuro e di chi vorrebbe affrontare come prossimo avversario:

“Non ho infortuni. Quest’anno voglio combattere. Chi voglio combattere esattamente? Dovevo combattere Junior Dos Santos quasi un anno. È appena tornato con una grande vittoria. Quindi lui andrebbe bene.”

A quanto pare Dos Santos si è detto favorevole al match anche se non si è esposto con la stessa decisione del fighter francese:

“Non mi va di scegliere l’avversario ma voglio combattere il più possibile. Se Francis Ngannou sarà il mio prossimo avversario, facciamo in modo che succeda. Penso che alla gente piacerebbe vederlo. Quindi sì, se l’UFC mi chiamerà per propormi questo match accetterò di buon grado.
Quello che voglio è combattere tanto. Non scelgo gli avversari, se dovrò farlo, combatterò di nuovo contro tutti “.

Cris Cyborg: Il prossimo combattimento in UFC potrebbe essere il mio ultimo

Cris Cyborg è l’indiscussa campionessa a 145 pound ma, la mancanza degli avversari e la pigrizia dei vertici UFC nel trovargliene di nuovi ha spinto la Cyborg a rilasciare le seguenti dichiarazioni (via MMAFighting.com):

“Penso che questa lotta sarà la mia ultima nell’ UFC, perché il mio contratto scade a marzo.
ipotizzando questa lotta a dicembre, penso che sarà l’ultima volta che la gente mi vedrà combattere per questa promotion.
Nel TUF stanno tagliando tutte le ragazze a 145 pound.
Hanno solo aggiunto ragazze che possono fare 135. Holly Holm ha detto che non vuole combattere ora. Ci sarebbe Pam Sorenson, ha provato per il TUF e non ce l’ha fatta, penso che non l’abbiano aggiunta perché non può fare 135.
Ci sarebbe Cindy Dandois, che ha battuto anche Megan Anderson. Ci sarebbe Ediane Gomes, che mi manda messaggi di sfida continuamente, anch’essa della mia divisione.
Ci sono ragazze che possono combattere nella mia divisione. Ma l’ UFC non vuole questo, vuole solo che io combatta contro Amanda. Ma abbiamo aspettato tanto, quasi un anno per fare in modo che questo scontro avvenga.”

Nurmagomedov: Affronterei McGregor solo in una gabbia

Khabib Nurmagomedov e Conor McGregor durante la finale dei mondiali in Russia, si trovavano esattamente nello stesso posto e, per fortuna, non si sono incontrati anche se Khabib assicura che in ogni caso non sarebbe accaduto nulla di rilevante(tramite Express.co.uk):

“Pensavo di incontrare McGregor allo stadio Luzhniki. Ma anche se ci incontrassimo ora, non saremo ancora in grado di scoprire chi è il più forte. Se ci fosse una gabbia nel mezzo dell’arena, sarebbe più interessante. Ora non possiamo confrontarci per strada e così via. Non siamo a quell’età e non in quella posizione.
Potrebbe succedere solo se non ci fosse nessuno in giro, oppure in uno stadio pieno, nel mezzo della gabbia. In generale, non vedo alcun motivo per avvicinarlo ora. Siamo persone ospitali noi russi. Lasciamogli guardare il calcio e godersi la Russia.”

Ngannou commenta le critiche di Dana White post UFC 226

Francis Ngannou sta attraversando il suo periodo peggiore in UFC. In seguito alla sua entrata in UFC il fighter franco-camerunese aveva ottenuto una scia di 6 successi consecutivi prima di arrestare la sua corsa contro l’ex campione Stipe Miocic. Il match contro Miocic aveva evidenziato tutte le lacune nel grappling di Ngannou che ha poi perso la sicurezza che gli permetteva di entrare nella gabbia ed asfaltare i suoi avversari. La sconfitta contro Lewis in uno dei match più brutti della storia della UFC ha alimentato le polemiche sul fighter che è stato attaccato anche da Dana White.

Ngannou ha rotto il silenzio sulle critiche del presidente UFC e ha risposto all’ Ariel Helwani MMA Show:

“Se qualcuno avesse un problema con te e non te lo dicesse, come reagiresti se non l’hai visto o non hai parlato con lui? Se hai un problema, dimmelo.”

“Siamo tutti umani. Non sono necessariamente d’accordo sul fatto di avere un ego spropositato. Non sono mai uno che resta a terra quando cade. Devi avere quell’ego quando sei un combattente. Devi stare lì e credere che tu sia il numero 1. Questo è ego. Ma non faccio del male alle persone che mi circondano. ”

“Non abbiamo parlato faccia a faccia. Non so perché. Se avesse qualcosa da dire, dovrebbe dirmela. ”

“Non ho infortuni. Quest’anno voglio combattere. Contro chi voglio combattere esattamente? Dovevo combattere contro Junior quasi un anno fa, 10 mesi fa. È appena tornato. Grande vittoria. Quindi, forse sarà lui. “