Rose Namajunas: adesso voglio la cintura

Nell’ultimo weekend abbiamo assistito ad una grande vittoria da parte di Rose Namajunas su “Karate Hottie” nel co-main event di Kansas City. Personalmente siamo rimasti impressionati dalla prova di forza dell’americana (figlia di prima generazione di immigrati lituani) contro un’avversaria di tutto rispetto, ma soprattutto abbiamo assistito anche ad una grande prova di sportività, laddove troppe volte gli incontri importanti si portano dietro strascichi velenosi.

What a fun week first of all thanks to @karatehottiemma you are a warrior! Thanks @ufc for providing the canvas that us fighters paint on. Thanks to my awesome coaches @trevorwittman and @303bjj @hypeordie my love! Not only are y'all wizards but your genuine support is the realest ever! Thank you @bulletvalentina @thecassierobb @thai_kitten @audreyatrain @mushka135 @mikaelamayer @ginnyfuchsusa @heatherjoclark @justin_gaethje for the work and everyone at 303 training center for being an extension of my home! That standing ovation today made me teary-eyed! Thank you to @grrrl_clothing for your amazing support and inspiring women to be strong! Thanks to all the fans through my ups and downs this is the most fun intense ride love y'all! ❤️

Un post condiviso da Rose Namajunas (@rosenamajunas) in data:


Namajunas ha mostrato grande superiorità e coscienza dei propri mezzi in ogni fase dell’incontro, confermando così le parole di stima della campionessa Joanna Jedrzejczyk, che ha anche profetizzato un suo prossimo futuro da campionessa mondiale.
In un’intervista ad MMAhour, Rose ha dichiarato: “Ovviamente il mio obiettivo è quella cintura, penso che lei sappia benissimo che, se dovesse battere la Andrade, poi dovrà vedersela con me. Rappresento una minaccia”. Ha poi continuato, incalzata da Ariel Helwani: “Perchè non dovrei voler combattere contro di lei? E’ la migliore del mondo!”. Ha poi dichiarato di non essere troppo interessata a chi vincerà quell’incontro, in quanto il suo unico obiettivo è la cintura e non un incontro con la Jedrzejczyk: “del resto”, ha detto, “se Joanna perde l’incontro vuol dire che non è la migliore. La mia non è una questione personale”.
Sembra comunque che la UFC non abbia ancora fatto trapelare nulla di ufficiale circa un incontro del genere: “Io sarò lì a guardare l’incontro di Dallas. E’ ancora presto per dare notizie ufficiali, senz’altro non diranno nulla prima della prossima card”.

Condividi

Leggi Anche