La grande lezione di Demian Maia dopo la sconfitta di sabato

di

La scorsa notte UFC è tornato in Brasile per una serata di fuoco e fiamme nella città di San Paolo. Nel co-main event uno dei migliori fighter del paese, Demian Maia, ha affrontato il forte contender di categoria welter Colby Covington. Nonostante gli sforzi generosi Maia è uscito sconfitto dal cruento scontro, perdendo per decisione unanime dopo i tre round previsti.
Poco dopo la sconfitta Maia ha aperto Facebook per pubblicare una breve dichiarazione. Come sempre il campione del BJJ ha dimostrato gran classe nell’accettare la sconfitta, a contrasto con le dichiarazioni non proprio sportive di Covington nei confronti del pubblico brasiliano.
Ecco le parole di Maia:

Voglio ringraziare tutti per il loro sostegno e i loro applausi ancora una volta”, ha detto Maia nel suo post, scritto in portoghese nativo. “La grande lezione dello sport è sapere che competere porta sempre delle lezioni e dobbiamo essere grati per la vittoria e anche la sconfitta per l’apprendimento che ne segue. Ho fatto del mio meglio, ho commesso qualche errore ed ero un po’ emozionato, il che potrebbe aver ostacolato l’esecuzione della mia strategia, ma questo senza nulla togliere al mio avversario, che meritava la vittoria. Lascio la testa alta tenendo conto che ho svolto i miei compiti nel migliore dei modi e posso guardare al prossimo passo del mio viaggio. Grazie a tutti!
Con questa sconfitta, Demian Maia allunga la sua striscia negativa a due incontri, avendo già perso nel suo ultimo incontro per decisione dei giudici contro il campione dei welter UFC Tyron Woodley. Queste sconfitte sono state precedute da una serie di sette incontri vinti consecutivamente, tra cui alcune vittorie conseguite contro fighter di primissimo livello come Jorge Masvidal, Carlos Condit, Matt Brown, Gunnar Nelson e Neil Magny. Maia, che ha 39 anni, ha un record professionale complessivo di 25-8.

Commenti da Facebook