Monthly Archives: Dicembre 2017

Khabib Nurmagomedov vs Edson Barboza Full Fight

Grandissima vittoria, nella notte di UFC 219, di Khabib Nurmagomedov che ha letteralmente surclassato il suo avversario Edson Barboza. Il daghestano si conferma una vera forza della natura è un avversario tremendo per chiunque. Tony Ferguson e Conor McGregor sono avvisati. Ora Khabib ha sconfitto anche il nemico più duro che era il taglio peso.

UFC 219: Le pagelle

Più che una card, una maratona. UFC chiude col botto un 2017 in crescendo, non sarà stato l’evento più bello di quest’anno ma abbiamo visto quasi tutti gli incontri terminare oltre il limite. Delle vere e proprie battaglie, soprattutto il main event. Andiamo a dare i numeri:


Dana White si è svenato, addirittura i fratelli Benson per intrattenere il pubblico della T-Mobile Arena prima dell’evento

Cris Cyborg 8: Con il match che termina on the distance le carte erano tutte a suo favore, e infatti così è andata a finire. Ma non è stato poi così semplice, considerando che tutti alla vigilia la avrebbero data per strafavorita. Una prestazione dominante, e adesso l’ultima rimasta sarebbe Megan Anderson; oppure la leonessa Nunes per una superfight. In ogni caso, risulta difficile capire chi possa batterla; perlomeno stavolta è sembrata un pochino più umana. Bonus sangue e arena meritatissimo. Terminator

Holly Holm 7+: Le statistiche finali dicono che i tentativi di strike portati dalle due sono in numero praticamente uguale; solo che la sua avversaria ha colpito col 53% di accuracy, lei con il 20. Ecco, la differenza è tutta là, ed i segni sul suo volto alla fine dell’ultimo round sono lì ad evidenziarlo. Ha condotto comunque un match di altissimo profilo e coraggio con le sue armi migliori, il counter-punching ed il movimento continuo, meritandosi la stima per essere forse l’unica ad aver tenuto testa ad un’atleta come Cyborg per tutti e 5 i round, pur incassando una quantità incredibile di colpi. Balboa

Khabib Nurmagomedov 9: Ci ha lasciati esterrefatti. Contro uno dei migliori striker di tutto il roster UFC ha condotto un match di attacco continuo, portando colpi potentissimi pur senza disdegnare i tentativi di takedown (tre o quattro di media per ogni round). Senza se e senza ma, ha dominato. Per quanto visto ieri può essere altamente pericoloso sia per Ferguson che per McGregor, e anzi i due faranno bene a preoccuparsene. Ha combattuto anche per suo figlio, nato proprio ieri: tanti auguri. Papà Orso

Edson Barboza 6: La fotografia del match arriva al secondo round: verso la fine del minuto 2, il nostro assesta sulla nuca di Khabib un head-kick (e non è stato l’unico) che avrebbe steso un bue; l’inerzia lo fa rimbalzare sedere a terra mentre il suo avversario non si smuove di un millimetro. All’ultimo round ci riprova con un calcio ancora più potente, ma il russo, indifferente manco fosse il tasso del miele, riprende a martellarlo con nonchalance. Nulla da dire, purtroppo per lui si è trovato di fronte un androide. Ottimo nella difesa dai takedown, la sufficienza piena la merita tutta. Troppo umano


Bonus impressione artistica della serata… A Khabib però

Omari Akhmedov 7: La sensazione che abbiamo avuto è che in molti lo avessero sottovalutato. Certamente non Vettori, ma molti qui da noi che avevano pronosticato un match “agevole” per il fighter di Mezzocorona. Termina il terzo round praticamente quasi sulle gambe, ma si è dimostrato davvero un osso duro, e anzi forse fino a prima dell’inizio del terzo round era addirittura in vantaggio. Renegade

Marvin Vettori 7,5: Vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno perchè abbiamo notato tante cose positive ieri sera. Probabilmente è entrato nel match in ritardo, a discapito del fatto che si trovava di fronte una bella gatta da pelare. Nonostante tutto ha mostrato una mascella di ferro (3-4 colpi del dagestano erano davvero pesanti da attutire); e poi quanti di noi hanno pensato al peggio, una volta visto che si andava al terzo round? Abbiamo visto invece uno dei miglior Vettori di sempre: deve aver lavorato tantissimo sulla resistenza, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il percorso di un fighter verso il top di una categoria è fatto di sudore, soddisfazioni, sacrificio, delusioni oltre ai risultati, ma deve essere una crescita costante. Lui è in crescita, ha solo 24 anni e tutte le armi per diventare un top. Noi ci crediamo, ed evidentemente anche UFC, se gli ha esteso il contratto. Adelante


Salta con noi, Cynthia Calvillo…

Cyborg ancora campionessa ma la Holm esce a testa alta

Cris Cyborg si conferma campionessa del mondo battendo Holly Holm ai punti.
La Cyborg questa volta non ha messo su il solito spettacolo di dominio assoluto ma in ogni caso non ha mai realmente vacillato portando a casa probabilmente tutti i round disputati.
Onore alla Holm, prima fighter a portare la Cyborg al quinto round e prima fighter quindi a non essere stata messa KO dai colpi della brasiliana.
La Cyborg a fine intervista ha chiamato in causa Megan Anderson in un match che la campionessa spera si possa disputare in Australia.
Nel frattempo vi proponiamo un video con gli highlight dell’incontro di ieri notte commentato da Tyron Woodley fra gli altri.

Vettori infuriato con la UFC per il trattamento riservatogli

Dopo lo spettacolare pareggio fra Marvin Vettori e Omari Akhmedov, il fighter italiano è uscito visibilmente contrariato dalla gabbia e, poche ore dopo il match ha espresso tutto il suo disappunto tramite un Tweet:

“Ho messo in piedi un match pazzesco…sono stato fottutamente fregato con la decisione, neanche una foto sull’account Instagram UFC…niente Fight of the Night, niente di niente. Questa è una stronzata.”

Ad essere onesti il pareggio ci è sembrato un risultato giusto e Marvin non dovrebbe essere contrariato, anzi, tutt’altro.
Akhmedov è un fighter molto esperto e a dir poco granitico quindi, uscire in maniera così solida da un match molto ma molto difficile dovrebbe soltanto galvanizzare Marvin che ha margini di crescita pazzeschi e che ha dimostrato di voler andare sempre oltre i propri limiti (terzo round pazzesco, cardio super).
Parafrasando Guido Meda, “Vettori c’è” e il mondo delle MMA italiane può solo essere fiero di quanto ha fatto vedere ieri Marvin.

Le dichiarazioni post Fight di Khabib

Dopo la grandissima prestazione contro Edson Barboza, Khabib Nurmagomedov è stato intervistato da Joe Rogan nell’octagon.

Joe Rogan:”Khabib una stupenda prestazione stasera, contro l’avversario che tutti ritenevano fosse un test decisivo per te. Un commento sulla serata”

Khabib:”Prima di tutto vorrei ringraziare Dio perché senza di lui non avrebbe senso tutto ciò. Oggi è nato mio figlio e spero capirete il mio inglese. Oggi sono 25-0 e devo dire che se mi date un’ora per riposarmi posso combattere con Tony e Conor. Questo ragazzo (Barboza) è una bestia, uno dei migliori striker in UFC, ci ho combattuto per 15 minuti ma sto benissimo. Ad essere onesti potevo finirlo prima ma non combattevo da un anno. Voglio ringraziare il mio coach, un vero gangster messicano.”

Rogan:” Khabib questa vittoria ti conferma decisamente come lo sfidante più pericoloso per il titolo. Con Tony e Conor che detengono i titoli ad interim e dei pesi leggeri cosa ti aspetti ora?”

Khabib:”Io non penso più a questi tizi farlocchi. Se venisse la UFC a chiedermi chi voglio affrontare direi Tony Ferguson. Lui 10 vittorie consecutive, io 25 da imbattuto. Voglio lui. Conor ha troppi soldi ora. Deve prima spendere tutti i suoi soldi e poi tornare a combattere”

UFC 219: I risultati

Main Card
Donne Piuma Cris Cyborg (c) batte Holly Holm Decisione (unanime) (49-46, 48-47, 48-47) 5 5:00 [a]
Leggeri Khabib Nurmagomedov batte Edson Barboza Decisione (unanime) (30-25, 30-25, 30-24) 3 5:00
Leggeri Dan Hooker batte Marc Diakiese Sottomissione (guillotine choke) 3 0:42
Donne Paglia Carla Esparza batte Cynthia Calvillo Decisione (unanime) (29-28, 29-28, 29-28) 3 5:00
Welter Neil Magny batte Carlos Condit Decisione (unanime) (30-27, 30-27, 29-28) 3 5:00

Preliminary Card (Fox Sports 1)
Light Heavyweight Michał Oleksiejczuk batte Khalil Rountree Jr. Decisione (unanime) (30-27, 30-27, 30-27) 3 5:00
Piuma Myles Jury batte Rick Glenn Decisione (unanime) (30-27, 30-27, 30-27) 3 5:00
🇮🇹 Medi Marvin Vettori vs. Omari Akhmedov Pareggio (Maggioranza) (28-28, 29-28, 28-28) 3 5:00
Mosca Matheus Nicolau batte Louis Smolka Decisione (Unanime) (30-26, 30-26, 30-25) 3 5:00

Preliminary Card (UFC Fight Pass)
Gallo Tim Elliott batte Mark De La Rosa Sottomissione (anaconda choke) 2 1:41

John Kavanagh fa il pronostico su UFC 219

Mancano poche ore a UFC 219 e ormai i pronostici sono stati snocciolati un po’ da tutti. Anche coach Kavanagh ha fatto la sua predizione via Twitter:

“Khabib [Nurmagomedov] per intervento dell’arbitro nel round della vittoria. Verrà colpito nel primo round, ma il wrestling, in particolare la sua presa al corpo, spezzerà Barboza con l’andare avanti del match. Arresto durante il quarto o quinto round per ground and pound. Holly Holm per interruzione durante i primi tre round. La mancanza del vantaggio in termini di taglia [per Cyborg] più l’abilità tecnica della Holm nello striking saranno decisive. La Cyborg fa molto affidamento sulla forza e l’intimidazione, in questo caso non ne avrà la possibilità”

Floyd Mayweather : La UFC vuole sfruttare il mio nome per accordarsi con FOX

Floyd Mayweather sembra mettere la parola fine alle voci che si erano susseguite su un suo possibile approdo in UFC:

“Il loro accordo con Fox sta volgendo al termine. Quindi stanno cercando di rinnovare un nuovo accordo con una società e quale nome migliore potrebbero usare se non Floyd Mayweather? Perché è un ottimo nome da usare. Useranno Floyd Mayweather così potranno dire “sapete una cosa? Floyd tornerà e combatterà nella UFC contro McGregor”.
Non ho nulla contro Dana White. Affatto. È un ragazzo straordinario, un ragazzo molto, molto intelligente. Uomo d’affari intelligente. Non ho bisogno di combattere di nuovo. Se sceglierò di combattere nell’Ottagono, sarà perché è quello che vorrò fare ma, se non questa cosa non è uscita dalla mia bocca o dalla bocca di Al Heymon, allora è una cazzata. È una cazzata.
Dico una cosa a Dana White però. Non preoccuparti di quello che sto facendo con i miei soldi e la mia famiglia. Questo è il problema con i figli di puttana al giorno d’oggi, sono troppo preoccupati per quello che qualcun altro sta facendo con i propri soldi “.

UFC 219, analisi e previsioni

L’anno sta per terminare e di certo la UFC non poteva non chiudere con il botto questo 2017.
UFC 219 Las Vegas sarà un evento condito da ritorni (Condit e Nurmagomedov) match titolati (Cyborg vs Holm) e soprattutto dal nostro tricolore che speriamo Marvin Vettori riuscirà a sventolare in alto.
Com sempre andiamo ad analizzare i match principali della card:

Cris Cyborg (18-0) vs Holly Holm (11-3):

Match apparentemente senza storia. Cyborg ha dalla sua la forza, la potenza e il grappling oltre al suo stile da striker indomabile. Cris Cyborg sembra davvero non avere rivali, è un treno quando parte ed è davvero difficile riuscire a farla indietreggiare, figuriamoci fermarla. Si allena con pugili professionisti e con combattenti di bjj di assoluto livello. Ha dalla sua anche il peso e la consistenza nei colpi che riesce a mettere a segno. La Holm è una grandissima counter puncher e quando non deve condurre lei il gioco trova terreno fertile. Sarà decisivo il suo footwork e i calci per tenere a distanza di sicurezza un pitbull come la Cyborg. Se la brasiliana arrivasse al takedown sarebbero dolori per Holly perchè la potenza nel takedown è di un livello superiore a qualsiasi altra atleta che Holly abbia mai affrontato. In molti si ostinano a paragonare questo match a quello contro la Rousey, ma il livello di striking della Cyborg è superiore a livelli siderali a quello della Rousey. Il cardio della Holm sarà fondamentale per riuscire a “scappare” dalla Cyborg per 5 round. Tutto è possibile, ma noi vediamo la Cyborg vincente al terzo round per ko. Le troppe carte per finire Holly nel mazzo a disposizione della Cyborg faranno la differenza.

Khabib Nurmagomedov (24-0) vs Edson Barboza (19-4) :

Due star dei pesi leggeri che siam sicuri avranno in mente solo la vittoria. Barboza sta vivendo un periodo di forma fantastico e le tre vittorie di fila lo testimoniano. Edson è forse il più grande specialista dei calci da “KO” di tutto il roster UFC; infatti il fighter brasiliano è riuscito a mettere fuori uso i propri avversari sia con leg kick, sia con body kick, sia con head kick. Questo può dare la dimensione di quanta forza abbia nella parte bassa del tronco Edson.
Nurmagomedov però sappiamo che è ancora imbattuto e nei take down e nelle fasi a terra è sicuramente il miglior peso leggero che abbiamo mai visto in azione. Il game plan dei due sembrerebbe scontato con il russo che cercherà di portare giù Barboza e sfiancarlo con il suo micidiale ground and pound e Edson di contro a provare a mantenere le distanze e magari sferrare qualche colpo decisivo (Dariush ne sa qualcosa).
Khabib come abbiamo detto prima è ancora imbattuto ma nel Weight ins ci è sembrato più scavato del solito e anche se lui ha parlato di un peso raggiunto alla perfezione, siamo sicuri che non risentirà in alcun modo di un taglio che mai come questa volta non poteva permettersi di sbagliare? Crediamo nell’up set e prendiamo vincente lo sfavorito del match, Edson Barboza.

Carlos Condit (30-10) vs Neil Magny (19-5):

Torna il Natural Born Killer ma è tutt’altro che una passeggiata. Non facciamoci ingannare dall’ultima sconfitta di Magny perchè è un ottimo striker, ha un ottimo allungo e eccellente cardio. Magny va sempre in difficoltà contro grappler di altissimo livello, ma a meno che Condit non abbia un gameplan differente dal solito vorrà sicuramente restare in piedi. Su Condit non si scopre niente di nuovo, è stato un top class striker, con cattiveria e varianti di colpo, oltre che pulizia tecnica, invidiabili. La cattiveria agonistica lo ha fatto diventare un idolo di molti fan e i suoi match contro Lawler, MacDonald e GSP hanno accresciuto il suo mito. Purtroppo psicologicamente, nell’ultima uscita con Maia si è visto un fighter diverso e il fatto di esser rimasto fermo dal 2016 non aiuta di certo la sua condizione. Molto dipenderà dalle motivazioni che lo hanno riportato nell’octagon. Al cuore non si comanda e noi vorremmo una vittoria di Condit per ko.

Per Jimi Manuwa news su un incontro in arrivo

Il miglior peso massimo leggero del Regno Unito, Jimi Manuwa, è alla ricerca di un incontro praticamente dalla fine del suo ultimo. L’incontro di “Posterboy” con Volkan Oezdemir a UCFC 214 non è andato come previsto. Il britannico stava guardando ad una potenziale title shot con una grande vittoria sullo svizzero. Invece, è stato Oezdemir a rubargli la scena con il suo imperioso KO, ottenuto dopo pochi secondi. Ma adesso sembra che abbia finalmente trovato un avversario. UFC London il 17 marzo è dietro l’angolo… potrebbe essere lì il prossimo incontro di Manuwa? Forse nel main event? Manuwa ha aperto Twitter per dare qualche indizio.

Notizie di un incontro in arrivo… Ho avuto la fortuna di non avere il camp per Natale e trascorrerlo con la famiglia, adesso torniamo a lavoro. Il camp è attivo!!

Manuwa ha mostrato la sua frustrazione alcune settimane fa, quando ha affermato di essere stato rifiutato da due colleghi. I fighter sono Glover Teixeira che ha appena sconfitto Misha Cirkunov e l’ex campione dei pesi massimi leggeri UFC, Mauricio “Shogun” Rua. L’ultimo combattimento di Shogun è datato marzo 2017 quando ha sconfitto per TKO Gian Villante al terzo round.

Queste fighette stanno combattendo contro avversari in declino per mantenere le loro posizioni. Come puoi salire in classifica se non combatti contro i migliori. #pussys

Glover ha rifiutato. Shogun ha rifiutato.

Manuwa è stato uno dei finalizzatori più importanti della division Lightweight dal suo arrivo nel 2012. Incredibilmente, sedici delle diciassette vittorie di Manuwa sono arrivate prima della sirena (tutte tranne una sono state finalizzazioni o TKO). Tutte e tre le sconfitte in carriera di Manuwa sono arrivate soltanto da fighter che poi hanno combattuto per il titolo.

Storie di MMA: La volta in cui Khabib litigò con Dana durante un incontro

Khabib Nurmagomedov affronterà Edson Barboza a UFC 219. Il suo ultimo incontro risale a UFC 205 quando sottomise Michael Johnson con una kimura lock. Proprio in occasione di tale evento si verificò un fatto alquanto singolare. Durante il suo match Khabib continuava incessantemente a gridare contro Dana White, chiedendogli a gran voce una sfida titolata contro Conor McGregor.
Khabib continuava a dire a Dana White:“Attento perchè schiaccerò il tuo ragazzo”, con chiaro riferimento a McGregor. Durante l’incontro Khabib non si è limitato a parlare con Dana White, ma anche con Johnson durante il ground and pound, continuando a dirgli: “Devi arrenderti ok? Devo combattere per il titolo. Lo sai. Me lo merito. Ok?” e nel frattempo continuava a colpire il suo avversario.

Anche Dana White nella conferenza post evento ne ha parlato, dicendo: “Khabib continuava a dirmi che voleva la cintura e continuava a gridare. Io gli ripetevo di finire prima il suo incontro. In 30 secondi doveva tornare a combattere e continuava a gridami contro. Incredibile”

Ovviamente il commento di Bisping in proposito è stato: “Khabib è fantastico. Continuava a fare pounding su Michael Johnson e nel frattempo diceva [con accento russo stile Ivan Drago]: ‘Spezzo il tuo ragazzo, nessun problema’. Lo adoro. Aveva letteralmente il tizio sotto di lui e poteva tranquillamente bersi una birra e fumare una sigaretta.”

Insomma Khabib aveva dato l’impressione di una superiorità impressionante nel grappling tanto da potersi permettere la distrazione di parlare con Dana White e comunque finire Johnson. Probabilmente non ne avrà il tempo con Barboza, ma vedremo comunque un gran match

Gabi Garcia dopo aver mancato il peso chiede scusa in lacrime

Dopo quanto successo alla cerimonia del peso al RIZIN Gabi Garcia ha voluto scusarsi con la sua avversaria e con tutto il pubblico giapponese facendolo in maniera a dir poco “sentita”:

“Parlerò in fretta, solo per chiedere scusa per il mio comportamento. È la prima volta che succede nella mia vita, ma ho avuto problemi tre settimane prima del combattimento e pensavo di recuperare al mio primo allenamento qui. Il mio naso perdeva sangue e la pressione sanguigna era molto alta  quindi si ho avuto problemi a perdere peso.
Rispetto la mia avversaria, è una leggenda qui. Devo scusarmi con tutti i miei fan in Giappone, vi amo e scusatemi, (Nobuyuki) Sakakibara-san, Takada, scusa (Kandori) e ti sfido per il prossimo anno. Spero tu accetterai di combattere contro di me l’anno prossimo, mi dispiace così tanto Giappone, vi amo ragazzi e tornerò più forte che mai. “

Holly Holm si diverte al Workout: “Mi trovo a mio agio ad essere sfavorita”

Holly Holm non è senz’altro nuova ai grandi incontri. Che si tratti di boxe o MMA, è stata una fighter di livello mondiale per tutta la carriera. Una vittoria sulla campionessa UFC Featherweight, Cris Cyborg sarebbe un record per “The Preacher’s Daughter”, ed è solo una pressione extra su di lei che già affronterà un compito molto difficile. Holm ha parlato di questo e di altro con Ariel Helwani, durante l’open workout pre-gara.

Non volevo arrivare ad essere troppo leggera… vado incontro all’avversaria più forte in quella classe di peso quindi non volevo rischiare di scendere troppo nel peso, volevo stare bene… Ho solo cercato di mantenere un buon tono muscolare. Sto bene, a questo punto dovrò perdere ancora qualcosa in vista di stasera, ma sarà semplicissimo.
Onestamente non avrei mai pensato che [diventerei il più grande fighter femminile di tutti i tempi con una vittoria], ma so che se vinco sarò molto orgogliosa di questo e sarà qualcosa da ricordare negli anni a venire. Sarà qualcosa che so che non è stato realizzato da nessun altro. So che ci sono stati due campioni di divisione tra gli uomini, ma nessuno che provenisse dal pugilato. Essere campioni in entrambe le discipline, sarebbe una cosa enorme. Voglio puntare a fare qualcosa che non è mai stato fatto prima. Ma ciò non significa che anche se fosse già stato fatto, non vorrei comunque vincere.
È un tipo diverso di pressione, ma è la pressione che preferisco [rispetto all’incontro con Ronda Rousey]. Mi piace essere la sfavorita, ma questo implica che tutti pensino che io non possa farcela, perché? Perché vado contro un’avversaria forte. E’ davvero uno scoglio molto duro, quindi posso dire di capirli. E’ una situazione molto stressante, ma nulla che mi convinca che io non possa farcela“.

UFC 219 Media Staredowns

Nella notte sono andati in scena i media staredown di UFC 219. Nessuna animosità e strette di mano tra Condit, Magny, Nurmagomedov e Barboza. Un attimo di imbarazzo tra Cyborg e la Holm con la seconda che non interrompeva il contatto visivo con Cyborg. La Holm sembra esser riuscita a chiudere anche il divario fisico con la Cyborg e vedremo nella notte come andrà tra le due rivali.

Gabi Garcia manca il peso di ben 27 libbre e la sua avversaria va su tutte le furie

E’ risaputo che le cerimonie del peso del RIZIN World Grand Prix sono sempre state pazzesche e proprio poche ore si sono sfiorate ben due risse, la prima fra Ian McCall e Manel Kape e l’altra fra Gabi Garcia e Shinobu Kandoriha.
Proprio Garcia ,incredibilmente ,ha mancato il peso di ben 27 libbre, facendo registrare 236,94 libbre, ben al di sopra del limite di 209 libbre da contratto. Nel frattempo, la sua avversaria, la 53enne pro wrestler Shinobu Kandori , ha fatto registrato sulla bilancia solo 162,25 libbre. Ovviamente Kandori non è stata felice per il peso di Garcia.
Inutile dire che il match è a rischio e secondo voci, il capo Rizin Nobuyuki Sakakibara ha discusso della possibilità di cancellare questo incontro.
Ecco il video di quanto è accaduto.

UFC Fights: Dos Anjos vs Nurmagomedov

Sabato a UFC 219 Khabib Nurmagomedov tornerà a combattere e lo farà in un Match davvero dal finale incerto contro Edson Barboza. Il punto di forza di Khabib è sicuramente il wrestling e la sua potenza nel gioco a terra. Una delle più grandi dimostrazioni della sua abilità è arrivata contro Rafael Dos Anjos, cintura nera di bjj e specialista nel grappling. Nonostante l’altissimo livello del brasiliano, il daghestano ha avuto una superiorità schiacciante in occasione di UFC on Fox 11.

Nurmagomedov : Dopo Barboza non so in quale classe di peso combatterò

Khabib Nurmagomedov a pochi giorni dal match parla della sua maturazione come fighter e soprattutto del suo peso presente e futuro:

“Mi sento benissimo. Il mio peso è molto buono. Ad essere onesti, non so a che peso farò il prossimo incontro, forse a 145 libbre o forse no. Ci sto pensando. Ora sono concentrato su Barboza, ma vedremo. Vedremo, con la mia squadra, vedremo prima come mi sento venerdì mattina. Vedremo e poi decideremo.
Forse combatterò a 155 libbre, mi prenderò la cintura e poi combatterò per difenderla.
Questa volta, tutto è diverso. Ho cambiato molte cose. Ho mangiato come un campione, mi sono allenato come un campione, ho dormito come un campione. E penso che si tratti di maturazione, tutto ciò per rimanere concentrato. Sono molto entusiasta di questa lotta, di questo peso – vedremo cosa succederà.”

Amanda Nunes vuole la vincente tra Cyborg vs Holm

Il match di questo weekend tra Cyborg e la Holm non sarà solo decisivo per la cintura dei pesi piuma femminili in UFC, ma potrebbe influenzare, in maniera significativa, le sorti di un’altra categoria nella promotion: i pesi gallo. Amanda Nunes, campionessa dei pesi gallo, dopo la difesa del titolo contro Valentina Shevchenko, non sembra davvero avere rivali all’altezza e l’idea è seriamente quella di andare a cercare avversarie nella categoria superiore. Il coach di American Top Team, Silveira, in una recente intervista a Portal do Vale Tudo ha confermato questa possibilità:

“Abbiamo grande rispetto sia per la Cyborg che per Holly Holm e sarebbe una grande battaglia con entrambe. Crediamo che Amanda possa essere campionessa in tutte e due le division, ha tutti i mezzi per poter raggiungere questo risultato. Ha dimostrato di essere una combattente a tutto tondo e può giocarsela alla pari con entrambe. Questo è l’obiettivo per il 2018. Ovviamente sappiamo benissimo che non potrà difendere entrambe le cinture, ma questa decisione verrà presa solo dopo l’incontro tra Cyborg e Holly Holm”

Carlos Condit : Porterò un pò di violenza nella gabbia

Carlos Condit è sempre stato uno dei fighter più spettacolari e violenti di tutto il roster UFC e finalmente sabato notte potremo rivederlo in azione contro Neil Magny.
Condit (via MMAJunkie) ha ammesso che non vede l’ora di rientrare in gabbia:

“Ora sono molto tranquillo, ma in queste ultime settimane che hanno preceduto il match sono stato un po ‘matto’. Sono davvero eccitato. Ho un sacco di energia, molto fuoco e sono entusiasta di entrare nella gabbia e portare un pò di violenza.
E’ stato un anno pesante il 2016. Anche il 2017 è stato pesante, ma ho davvero ristabilito le priorità, e questo camp è stato davvero buono. Pronto a combattere. Ho sempre messo un sacco di impegno in quello che faccio. Mi sono sempre sforzato molto. Ero ovviamente molto deluso dal fatto di non aver combattuto bene contro Maia. Non ho mostrato quello che potevo fare.
Neil è davvero un buon fighter. Ha una resistenza fenomenale e un buon ritmo. Dovrò essere un passo avanti a lui. Se Neil prenderà l’iniziativa, sarà un passo avanti a me e allora potrebbe non essere di buon auspicio. Se però imporrò il mio gioco sarò io ad aver successo.
Il mio pensionamento probabilmente si baserà sui risultati e anche sui danni. Accumuli lotte, accumuli danni. Questo tipo di cose si accumulano. Se entrerò in gabbia e combatterò come credo di saper fare, senza subire molti danni, potrò combattere ancora per un pò. Vedremo.”

Ufficiale: Tecia Torres vs. Jessica Andrade a febbraio

Recentemente sono circolate voci secondo cui Rose Namajunas avrebbe difeso per la prima volta il titolo in occasione di UFC 221 in Australia… ma non per la rivincita con la fighter che ha sconfitto per il titolo, Joanna Jedrzejczyk, ma la donna con cui è sul 1-1, Tecia Torres. L’Orlando Sentinel ha riferito che l’evento UFC del 24 febbraio in Florida avrà un grande incontro tra Torres e Jessica Andrade.
La Torres ha fatto il suo ingresso in UFC come parte della stagione 20 di The Ultimate Fighter e, più recentemente, ha battuto Michelle Waterson a UCFC 218 per decisione unanime, estendendo la sua striscia positiva a tre incontri. La sua ultima e unica sconfitta è arrivata contro la campionessa, Rose Namajunas, per decisione non unanime in un incontro molto combattuto. Torres ha dalla sua anche una vittoria su Namajunas quando entrambe combattevano per Invicta. Una trilogia era la cosa più sensata al di fuori di una rivincita con Joanna.
Andrade è reduce da una grandissima vittoria sulla contender #1 Claudia Gadelha. Alcuni credono che la vittoria sarebbe stato abbastanza per la Andrade per guadagnarsi un’altra title shot, ma sembra che UFC non sia della stessa opinione, considerando la velocità con cui ha avuto la prima.
Andrade ha iniziato la sua carriera in UFC come Bantamweight affrontando Liz Carmouche. Da allora, Andrade ha totalizzato un 8-3 nella sua carriera UFC con quattro di quelle vittorie ottenute nella divisione Bantamweight.
Torres è decisamente svantaggiata in termini di dimensioni, ma ha dalla sua una velocità senz’altro maggiore. Sarà davvero un grande incontro e comunque vada le cose nella Strawweight avranno un bello scossone. Sarà divertente vedere come andrà a finire.