Joanna torna ad allenarsi, è contenta del ritorno di Rose Namajunas

L’ex campionessa UFC al limite delle 115 libbre, Joanna Jedrzejczyk, dopo il 2017 ha vissuto un periodo difficile, subito dopo aver difeso la cintura per cinque volte di seguito, tanto da essere considerata quasi imbattibile. Rose Namajunas avrebbe detronizzato la campionessa a UFC 217, prima di difenderla contro Joanna stessa nella rivincita immediata di UFC 223 nell’aprile 2018. Da allora l’americana non ha più combattuto.

Oggi sappiamo che Rose Namajunas è pronta per la seconda difesa del titolo in carriera, quando affronterà in Brasile per UFC 237 la padrona di casa Jessica Andrade, il prossimo 11 maggio. Questa è senz’altro una buona nuova per Joanna, che iniziava ad essere frustrata dall’assenza della sua ex avversaria.

Ero arrabbiata con Rose“, ha detto ai media Jedrzejczyk mercoledì scorso a Melbourne, in Australia (tramite Submission Radio). “Certo che è la campionessa, ma non è stata troppo impegnata. Non puoi aspettare. Devi difendere la cintura una volta all’anno e sono molto felice di aver sentito parlare di quest’incontro. Sicuramente, voglio andare in Brasile e assistere al match. Al 99 percento andrò in Brasile per vedere il match dal vivo“.

Questa divisione è la più leggera nella UFC, ma è sicuramente una delle più competitive. Non so chi sarà il prossimo. Voglio combattere per la cintura. Potrei avere un altro match prima, ma poi voglio combattere per una cintura“.

Se la Namajunas è stata piuttosto inattiva dopo il secondo match con la Jedrzejczyk, altrettanto non si può dire per la polacca. Dopo le prime due sconfitte in carriera nelle MMA, Jedrzejczyk avrebbe battuto poi Tecia Torres per decisione unanime a UFC on Fox 30. Dopodiché, la Jedrzejczyk ha ottenuto una sconfitta in un incontro valido per la cintura dei Flyweight contro la sua vecchia rivale nella Muay Thai, Valentina Shevchenko.

Sono orgogliosa di me stessa, ho fatto bene. Valentina non mi ha spaccato la faccia come fatto con l’ultima avversaria [Priscilla Cachoeira, ndr], ma sicuramente, se voglio gareggiare a 125 libbre ho bisogno di mettere su muscoli e costruire potenza di colpi. Non potevo farlo con Valentina Shevchenko perché stavo e sto ancora pensando di tornare a combattere nelle 115“.

L’ex campionessa ha rifiutato un’offerta per combattere a marzo e si sta riposando prima di tornare ad allenarsi da lunedì.

Condividi

Leggi Anche