Ben Askren: “Dana White mi disprezza”

di

Ai microfoni di Luke Thomas al The MMA Hour, Ben Askren è tornato a parlare del suo rapporto con Dana White, mai stato idilliaco, e della sua performance a UFC 235 contro Robbie Lawler.

“Il disprezzo di Dana per me è così chiaro ed evidente. È così divertente, perché continua a dire: ‘No, mi piaci, Ben. Non c’è nulla che non mi piace di te.’ Ma poi letteralmente ogni azione, ogni gesto del corpo racconta una storia completamente diversa, che è come in qualche modo repulsione verso di me. Non gli sono mai piaciuto. Non gli piacevo nel 2013 quando si sono rifiutati di farmi firmare; e non gli piaccio ora. ”

“Mi sono offerto di sedermi con il ragazzo più volte per essere ragionevole, come dovrebbero fare due adulti. Non me lo ha mai concesso. Io sinceramente non so quale sia il suo problema con me.”

Sulla prestazione contro Lawler, Askren è contrariato dal fatto che si parli solo dello stop arbitrale, quando secondo lui il tema importante è stata la resistenza del fighter con un inizio così in salita contro Robbie Lawler :

“Penso che avrebbe dovuto essere il tema della serata, più di ogni altra cosa”, ha detto Askren. “Mi piace, ho affrontato un sacco di avversità in quel momento. La maggior parte dei ragazzi, il 98% della divisione si copre e si fa fare il culo, prendendosi una ripassata. In me non c’è mai stato questo atteggiamento. Ho continuato a combattere

“Anche il piagnucolare di Dana sullo stop arbitrale ha oscurato quella che pensavo non fosse una performance ideale per me, ma sicuramente una performance grintosa dove ho mostrato molto cuore.”

Commenti da Facebook