‘Big’ John McCarthy: “Dean ha sbagliato, Askren vs Lawler non era da fermare”

di

Sabato notte abbiamo assistito all’atteso debutto in UFC di Ben Askren, ex fighter Bellator e ONE Championship, che si è preso una non tenera accoglienza da Robbie Lawler. Dopo pochi secondi ‘Funky’ era già ad un passo dal baratro, salvo poi aver dimostrato grande forza mentale nel riprendersi e chiudere la contesa, qualche minuto dopo, per sottomissione con una bulldog-choke.

L’instant replay ha mostrato chiaramente che Lawler non era fuori combattimento e che l’arbitro Herb Dean molto probabilmente ha sbagliato la chiamata, intervenendo in anticipo. Su Twitter è intervenuto sulla questione il leggendario ex-arbitro MMA “Big” John McCarthy, che ha dato la sua interpretazione dell’episodio. Le sue parole non lasciano spazio a dubbi:

Ovviamente no. Siamo tutti umani e commettiamo tutti degli errori“.

Lawler, dal canto suo, pur essendo in disaccordo con la decisione di Dean non gli ha buttato più di tanto la croce addosso durante la conferenza stampa post-fight:

La cazzata è successa a quel punto. A volte si commettono errori. Herb mi ha controllato e quando mi ha preso la mano ho alzato il pollice. Per come era impostata la presa, non riuscivo a sentirlo parlare. La mia testa era sul corpo di [Askren] da questa parte e il suo braccio era qui, quindi non riuscivo a sentirlo parlare. Lì non ho lasciato cadere la mano, l’avevo portata verso terra e quando lui si è avvicinato ho alzato il pollice guardandolo dritto come per dire ‘Ehi amico, sto bene’. Succede. Diavolo, ha fatto un errore“.

Sapete che non accampo scuse. Mi piace solo continuare a combattere e cercare di essere positivo per l’intera situazione. Mi piacerebbe ripetere il match. Ma non voglio accampare scuse“.

Cosa ne pensi della sospensione nella lotta UFC 235 tra Robbie Lawler e Ben Askren?

Commenti da Facebook