Rory MacDonald parla della sua prestazione contro Fitch

Nella notte di sabato a San Jose, Rory MacDonald è tornato nell’ottagono ed ha affrontato Jon Fitch. Sfortunatamente, al di là del risultato, per il canadese non è stata una delle migliori prestazioni e la sua avanzata al turno successivo del torneo dei pesi welter di Bellator è stata determinata solo dal majority draw che ne è venuto fuori.

Proprio il canadese campione in carica ha parlato del suo stato mentale e della sua prestazione:

“Ho messo a segno dei buoni colpi ma non so… è come se adesso fosse più difficile premere il grilletto, credo. Ho perso un po’ quell’istinto da killer. Mi riesce difficile da spiegare, ma adesso sono più esitante. Non so cosa dire a parte che non è stata la mia miglior performance.”

“Mi sento come se Dio mi avesse davvero chiamato all’ultimo momento, e non lo so, ha cambiato il mio spirito e il mio cuore. Ci vuole un certo spirito per venire qui e far passare un uomo attraverso il dolore e fargli del male. Non so se ho la stessa spinta per far del male a qualcuno. Non so cosa mi stia succedendo. È confusionario. Ma so che il Signore ha qualcosa in serbo per me, stava parlando con me qui stasera, e non lo so … è una sensazione strana.”

Che The Red King stia davvero perdendo quel killer instinct che lo distingueva da tutti gli altri?

Condividi

Leggi Anche