Dana White smentisce i report sul mancato Lesnar vs Cormier: “Non è stato un problema di PPV”

di

Siamo stati in predicato, per un periodo, di assistere al ritorno in UFC della star della WWE Brock Lesnar, per affrontare Daniel Cormier in un incontro valido per il titolo dei pesi massimi, nel corso di quest’anno. Purtroppo per i fan di Lesnar, questa ipotesi tanto attesa ha finito per naufragare.

Dave Meltzer, reporter del Wrestling Observer, ha riferito che le trattative tra l’ex campione dei pesi massimi della UFC e la promotion stessa sono state ostacolate dal nuovo modello pay-per-view adottato dalla UFC.

I pay-per-view UFC, infatti, sono ora disponibili esclusivamente tramite ESPN+ nel Nord America. Dato che non tutti gli appassionati di sport di lotta sono abbonati a ESPN+, l’aspettativa è che tutto ciò possa portare ad una riduzione significativa del numero medio di PPV venduti – un problema grosso per star come Lesnar, il cui cachet include introiti da una parte dei PPV venduti nelle card in cui competono. Si dice che Lesnar abbia chiesto una tariffa ‘flat’ per ovviare a questo problema, ma che la UFC abbia rifiutato.

Dana White, in ogni caso, ai microfoni di ESPN ha smentito tutto, sostenendo che Brock Lesnar ha semplicemente accettato condizioni migliori dalla WWE.

Assolutamente non è vero. Questa cosa è assolutamente falsa. E se pensi alla situzione precedente della pay per view ‘pre-ESPN’, tutti affermavano di come il business della pay per view fosse destinato a morire. Sta morendo e nessuno può più fare certi numeri. Ma davvero? Stavamo ancora registrando tra i 5 e i 7 milioni di dollari annuali in PPV l’anno scorso in cui ‘il pay-per-view tradizionale era moribondo’. Non date retta a questi rumors. Non è questo il motivo per cui Brock Lesnar non ha combattuto. Brock Lesnar ha negoziato un accordo migliore ed è quello che semplicemente è accaduto“.

Commenti da Facebook