Scott Coker: “Dana White non lo farà mai, ma sarebbe interessante collaborare con UFC”

di

Durante la gestione Scott Coker, Bellator MMA ha attuato diverse collaborazioni con una serie di altre promotion, in particolare la giapponese RIZIN Fighting Federation, ma anche con l’inglese BAMMA e la italiana Oktagon. Infatti, il campione dei pesi gallo RIZIN Kyoji Horiguchi sarà presente proprio a Bellator per combattere con il campione in pectore dei pesi gallo della promotion, Darrion Caldwell, a New York in occasione di Bellator 222. Questo è solo l’ultimo esempio della politica attuata da Coker, volta sempre a cercare vantaggiose collaborazioni con altre organizzazioni.

Ovvio che, tra tutti i potenziali partner di Bellator, nessuno è al livello della UFC. Come ben sappiamo, però, dal canto suo la UFC non è mai stata favorevole ad operazioni di questo tipo – anzi, sono in genere decisamente contrari – ma Scott Coker dall’alto della sua capacità diplomatica ha dichiarato che gradirebbe la possibilità di lavorare con la promotion di Las Vegas.

Ascolta, non appartiene al loro modello di business farlo, ma se volessero farlo, lo faremmo“, ha dichiarato Coker mercoledì al Bellator 222 media day (via MMA Junkie). “Noi non saremmo contrari assolutamente. Voglio dire, dai. Abbiamo alcuni grandi fighter nel nostro campionato“.

Anche se si tratta di una possibilità molto interessante da prendere in considerazione, la UFC probabilmente non ci penserà mai, almeno finchè sarà sotto la guida di Dana White. Tuttavia, in caso UFC dovesse aprirsi ad un simile scenario, si spalancherebbero le porte ad alcuni dei match più emozionanti nelle MMA. Pensiamo a Patricio Pitbull vs Max Holloway, Gegard Mousasi vs Robert Whittaker, Ryan Bader vs Daniel Cormier, solo per fare alcuni esempi.

Commenti da Facebook