Masvidal distrugge e irride Ben Askren

UFC 239 è stato senza ombra di dubbio un evento all’altezza delle aspettative.
Tre KO nella main card, tutti e tre estremamente spettacolari e diversi fra loro. Ci sono state le conferme delle cinture e si è cementificata ancora di più la legacy della Nunes e di Jon Jones.
A nostro avviso però, il match più ‘sconvolgente’ visto lo scorso sabato notte è stato quello tenutosi fra Masvidal e Askren.
I due si erano ampiamente provocati durante le settimane e i mesi precedenti l’incontro e la resa dei conti ha segnato il trionfo di Masvidal che ha messo a segno il KO più veloce nella storia dell’UFC(5 secondi).
Ginocchiata saltata di Jorge Masvidal(provata e riprovata in allenamento) e Ben Askren subito KO!
Quindi, dopo il super KO su Till, Masvidal trova un’altra clamorosa finalizzazione. Per Askren invece arriva la prima sconfitta in carriera, che pone fine ai suoi sogni titolati.
Ecco le prime parole di Masvidal dopo l’inaspettato trionfo(via UFCLiveItalia):

“Askren è un pagliaccio. Quando parli in quel modo, poi ne subisci le conseguenze. Avrei voluto prenderlo a calci nel culo per 14’50”, ma non è stato possibile.
Avrebbe dovuto tenere quella bocca chiusa. Se lo avesse fatto, l’avrei probabilmente finalizzato nel 2° round.
Title-shot? Avete visto chi la merita. Sto venendo a prendermi la cintura”.

Leggi Anche